Depilazione definitiva con laser a diodi

Depilazione definitiva con laser a diodi

Perché scegliere l’epilazione con il Diodo Laser

Uno dei sogni comuni a chi periodicamente ricorre alla depilazione è quello di poter finalmente dire addio a cerette, rasoi e pinzette ed eliminare i peli una volta per tutte; se anche tu sei tra questi e ritieni che tale prospettiva sia fantascientifica, cambierai idea nello scoprire che tutto ciò è possibile con l’epilazione con laser a diodi. Prima però di correre a sottoporti a questo tipo di trattamento, è bene cercare di capirne qualcosa in più a riguardo.

Come funziona

La depilazione con laser a diodi è progressiva e permanente: è infatti necessario un certo numero di sedute, variabile da persona a persona, per ottenere un risultato che sia, appunto, permanente. In ogni seduta è possibile rimuovere il 10-20% dei peli totali perché, per poter bruciare il pelo, bisogna che quest’ultimo sia in fase di anagen, ovvero nella prima fase di crescita del ciclo vitale del pelo.

Ovviamente questa fase non è contemporanea e ciò spiega la necessità di fare più sedute. Al termine dell’intero trattamento, si dovrebbe ottenere un diradamento del pelo del 70-80%, mentre il resto si trasforma in sottile peluria.

Questo risultato è raggiunto grazie all’esclusiva tecnologia del laser, che utilizza un fascio di luce a una determinata lunghezza d’onda (808 nm) in grado di colpire direttamente il bulbo pilifero e di risparmiare le strutture vicine, come la cute, grazie al principio di selettività termogenica: il bulbo colpito dal fascio laser muore e il pelo cade. Non è possibile stabilire a priori l’efficacia del trattamento perché è soggetta a molte variabili; il numero di sedute varia da un minimo di 4-5 a un massimo di 10-12, a cui bisogna aggiungere 1-2 sedute di mantenimento all’anno.

Inoltre è sconsigliabile far passare più di otto settimane tra un trattamento e l’altro. Questa forma di depilazione va valutata per ciascun paziente, in base al tipo di pelle e di pelo, grazie ad un’analisi preliminare, sarà possibile capirne la reale efficacia: è il caso di chi ha peli rossi, bianchi o biondi; la risposta varia anche in base al fototipo cutaneo, essendo migliore nelle persone con pelle più chiara, età, sesso e sede anatomica del trattamento.

Alcune disfunzioni endocrine causanti irsutismo e ipertricosi, come la sindrome dell’ovaio policistico, possono ridurne l’efficacia.

Come prepararsi al laser

Ci sono alcune accortezze che dovrai seguire per far sì che il trattamento sia efficace: se stai assumendo farmaci fotosensibilizzanti (come anticoagulanti, anticoncezionali orali o antidepressivi), è necessario comunicarlo allo specialista e chiedere consiglio al medico. Non dovrai decolorare i peli nelle 5-6 settimane precedenti la seduta, nè usare creme depilatorie, pinzette o cerette, che sono da evitare anche nei giorni successivi, essendo la pelle più sensibile; è invece consigliato depilarsi con il rasoio nei due giorni precedenti.

Tutte queste informazioni ti saranno ovviamente chiarite dall’operatore nell’incontro preliminare, necessario a stabilire il numero di sedute sulla base della morfologia del pelo. Ciascuna seduta ha una durata di 10-20 minuti; prima di iniziare, si applica un gel rinfrescante sulla pelle e durante la seduta si devono indossare degli occhiali protettivi. Chi ha già provato quest’esperienza riferisce che non è dolorosa, ma si può avvertire un po’ di bruciore. In ogni caso, è un sacrificio piccolissimo rispetto al vantaggio che se ne trae.

Controindicazioni

Ci sono delle condizioni in cui questo trattamento dovrebbe essere evitato: non vi si può sottoporre chi è in gravidanza o sta allattando; non è inoltre indicato ai portatori di protesi metalliche, ai soggetti con infezioni della cute nell’area da trattare, come ad esempio un’infezione da Herpes Simplex ricorrente, a chi presenta tromboflebite o varici di grandi dimensioni, soffre di epilessia o presenta una neoplasia. I soggetti diabetici devono prima consultare il proprio medico. Non è invece controindicata la presenza di tatuaggi o cicatrici nell’area da trattare, che verranno semplicemente coperti con una matita bianca o un pezzo di carta.

Conclusioni generali

L’epilazione laser è un trattamento all’avanguardia, in grado di semplificarti enormemente la vita; se stai pensando di provarlo, rivolgiti a un centro specializzato, che sappia consigliarti il percorso migliore. Non te ne pentirai!