Ginecologia: l’importanza del pap-test

Ginecologia: l’importanza del pap-test

Effettuare le visite ginecologiche è importante per tutte le donne, ma sottoporsi all’analisi del pap-test rappresenta una priorità soprattutto per le giovani di 21 anni.

Attraverso questa visita hai la possibilità di prevenire patologie e infezioni tra cui il Papilloma Virus e la formazione del cancro al collo dell’utero.

Che cos’è il pap-test?

Il pap-test è un esame citologico, che attraverso l’uso del microscopio consente al professionista di esaminare le cellule del collo dell’utero del paziente. Il test ha una durata di circa dieci minuti, la differenza che nasce tra questo esame e quello ginecologico consiste nell’utilizzo di uno strumento particolare che offre la possibilità di prelevare ed esaminare le cellule che si trovano nel collo dell’utero.

Per ottenere un risultato ottimale è consigliato non utilizzare prima della visita lavande e non avere rapporti sessuali. Inoltre la visita del pap-test non deve combaciare con il ciclo mestruale e nemmeno nei 3 giorni antecedenti o seguenti all’esame.

A cosa serve il pap-test?

Il pap-test è un esame che permette di riconoscere i cambiamenti a carico del collo dell’utero, grazie a questa visita si ha la possibilità di individuare e curare le lesioni precancerose in fase iniziale.

Lo scopo del pap-test è quello di prevenire patologie serie e dannose per le donne che in molti casi le ha portate alla morte. L’introduzione di questa visita ha aiutato a diminuire la mortalità per tumore al collo dell’utero. Per effettuare un controllo regolare sotto questo punto di vista è necessario eseguire questo test ogni 3 anni dai 25 anni fino ai 65 anni o dopo l’inizio dell’attività sessuale.

Si tratta di una visita di screening che può essere tranquillamente effettuato anche dalle donne che non presentano nessun tipo di patologia.

La malattia neoplastica è considerata la seconda patologia più diffusa nelle donne, lo sviluppo avviene in maniera silenziosa e lenta, per questo è necessario effettuare frequentemente delle visite ginecologiche e esami di screening. Attraverso queste analisi si ha l’occasione di individuare il problema e curarlo prima che le infezioni da papilloma virus si trasformino in carcinoma.

Come avviene

Le modalità con cui si effettua l’analisi del pap-test sono simili a quelle che vengono effettuate in uno studio di ginecologia. Attraverso un bastoncino cotonato e uno speculum vengono prelevate le cellule che si trovano all’interno del collo dell’utero e nel canale cervicale.

L’applicazione di questa visita citologica offre la possibilità di rilevare le problematiche e le anomalie legate alla presenza dell’HPV o del tumore al collo dell’utero. I risultati si ottengono in tempi brevi dopo aver effettuato il pap-test.

L’importanza della prevenzione

La prevenzione è un aspetto importante soprattutto dal punto di vista medico. Grazie all’analisi del pap-test si è registrata negli ultimi anni una riduzione drastica di mortalità nelle donne per tumore alla cervice.

É importante effettuare questa visita di screening dai 25 anni in su ogni 3 o 5 anni. Le donne in stato di gravidanza, vergini o in menopausa e tutte coloro che utilizzano la pillola a spirale possono effettuare l’esame e in nessun modo invalidarla.

L’HPV conosciuto come Papilloma Virus è un’infezione che viene contratta attraverso rapporti sessuali non protetti. Per questa ragione il medico chiede alla paziente di eseguire la visita del pap-test quando è attiva dal punto di vista sessuale.

Anche per chi ha rapporti sessuali protetti è sempre a rischio di contrarre il virus, in quanto i profilattici hanno delle parti che non risultano completamente coperte.

La prevenzione è importante perché attraverso la regolare visita del pap-test si ha la possibilità di individuare le lesioni precancerose all’inizio della loro formazione in maniera tale da evitare conseguenze dannose per la donna alle volte anche letali.

Una volta individuata la problematica viene data una cura dal dottore in grado di ridurre ed eliminare la patologia dalla sua comparsa.